FANDOM


Migliori amici per sempre ("Best Friends Forever" in lingua originale) è il quarto episodio della nona stagione di South Park. È andato in onda per la prima volta negli USA il 30 marzo 2005.

Trama Modifica

Allarme Spoiler!
Spoiler


Questa pagina contiene spoiler sulla serie.

Kenny è la prima persona in città ad aver acquistato una PSP (PlayStation Portable) e diventa inseparabile dal gioco "Inferno contro Paradiso". Nel frattempo, Cartman, che non è riuscito a comprare la PSP a causa della lunga coda, è molto invidioso dell'amico. Kenny arriva rapidamente al livello 59 del gioco, ma, a causa di un litigio fra i suoi genitori, esce in strada a giocare e, proprio mentre ha appena raggiunto il livello 60, viene investito da un furgone e muore.

In paradiso, Kenny scopre che il gioco è stato ideato da Dio per trovare la persona più abile che potrà guidare le legioni del paradiso contro le forze dell'inferno in modo simile a quello del videogioco. Hanno bisogno di qualcuno abbastanza esperto per sconfiggere un esercito di 10 miliardi di anime dannate con il loro cospicuo esercito di 10.000 soldati. Gli angeli definiscono Kenny come il loro Keanu Reeves. Quando la spia di Satana comunica a quest'ultimo di Kenny, Satana decide di arrendersi, non vedendo alcuna speranza di vincere contro "Keanu Reeves". Tuttavia, il suo consigliere lo esorta a continuare l'attacco. Così, proprio mentre le forze dell'inferno stanno per attaccare, l'anima di Kenny sparisce dal paradiso, in quanto il suo corpo è stato rianimato.

Tuttavia, poiché morto da diverso tempo, non può parlare né muoversi, avendo subito danni cerebrali permanenti. Il medico definisce questo stato vegetativo come stato di "pomodoro", e Kenny è tenuto in vita grazie ad un tubo di alimentazione. I ragazzi vengono convocati nello studio di un notaio, il quale legge loro le ultime volontà di Kenny. Il ragazzo ha lasciato a Cartman (per pietà) la sua nuova PSP e a Stan e Kyle va tutto il resto dei suoi averi. Tuttavia, il notaio non trova l'ultima pagina del testamento, in cui Kenny spiegava le sue volontà in caso fosse ridotto ad uno stato vegetativo. La lettura del testamento viene comunque interrotta dall'annuncio che Kenny è ancora vivo.

Mentre l'esercito infernare si avvicina sempre di più alle porte del paradiso, gli angeli hanno bisogno che Kenny muoia per contrattaccare. Nel frattempo, Cartman rivendica il suo status di APS ("Amico Per Sempre") nei confronti di Kenny alla Corte Suprema del Colorado, esibendo la prima metà del medaglione degli APS. Dopo aver verificato che Kenny indossa l'altra metà del medaglione (che, verosimilmente, è stata messa al suo collo da Eric), Cartman riesce ad ottenere l'autorità per far rimuovere il tubo di alimentazione da Kenny e farlo quindi morire. Stan e Kyle, insieme ai genitori di Kenny e ad altri manifestanti, intraprendono una guerra di massa per far rimettere in funzione il tubo e "salvare" Kenny, mentre Cartman arruola i sostenitori dei diritti degli APS per rimuovere il tubo. Questa battaglia arrita l'attenzione di tutti i media nazionali.

Dopo una lunga e intensa campagna mediatica in diretta TV, le due parti stanno discutendo nella stanza di ospedale di Kenny, quando il suo avvocato annuncia di aver ritrovato l'ultima pagina del testamento. Il desiderio di Kenny era quello di, se mai si fosse trovato in stato vegetativo, non essere assolutamente, per nessun motivo al mondo, mostrato in quelle condizioni sulla TV nazionale. Ironia della sorte, entrambe le parti si rendono conto che entrambi i gruppi non solo hanno trasformato una questione privata in uno spettacolo pubblico, ma hanno anche mancato di rispetto alle ultime volontà di Kenny, e decidono di lasciarlo morire in pace.

Kenny ritorna in paradiso appena in tempo per guidare gli angeli alla vittoria. La battaglia non viene mostrata, ma viene descritta, e si conclude con alcuni angeli sopravvissuti che festeggiano (senza troppa vivacità). Come premio per le sue gesta, Kenny riceve una statua d'oro gigante di Keanu Reeves.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.