FANDOM


La mucca rossa ("Ginger Cow" in lingua originale) è il sesto episodio della diciassettesima stagione di South Park. È andato in onda per la prima volta negli USA il 6 novembre 2013 e in Italia il 15 maggio 2014.

Trama Modifica

Allarme Spoiler!
Spoiler


Questa pagina contiene spoiler sulla serie.

Mentre gli altri studenti pranzano in mensa, Cartman entra e si scusa pubblicamente con Kyle, che Cartman aveva ridicolizzato in precedenza. Kyle aveva detto che gli animali potevano essere pel di carota e Cartman non gli ha creduto; tuttavia, Cartman sostiene di aver visto una mucca rossa. Craig chiede dove ha trovato la mucca dai capelli rossi.

Quando Eric mostra agli altri ragazzi la mucca che ha trovato, è chiaro che Cartman ha travestito la mucca per fare in modo che sembri pel di carota, cosa di cui solo Kyle si rende conto. In tutto il mondo, la gente vede la notizia locale sulla mucca, che porta molti a suicidarsi.

Il giorno dopo, Kyle viene chiamato nell'ufficio della Preside. Ci sono due rabbini nella stanza e la Preside Victoria e il Sig. Mackey hanno bisogno che Kyle traduca quello che dicono. I rabbini rivelano che l'apparizione della mucca rossa, significa che l'Apocalisse è imminente. Kyle cerca disperatamente di chiarire la situazione e rivela che è stato uno scherzo di Cartman, ma senza successo.

Più tardi, i leader dell'Islam, del Cristianesimo e dell'Ebraismo discutono cosa è e cosa non è permesso nell'Apocalisse fino a quando un musulmano suggerisce che la mucca rossa potrebbe significare la fine della violenza in Medio Oriente. Tutti gli altri sono d'accordo e questo viene scolpito nella pietra. Sacrificano la mucca in Israele facendola cadere da un elicottero su un edificio e la pace è fatta.

Una volta che Kyle lo vede in televisione, arriva Cartman e dice che deve dire la verità, ma Kyle lo implora di non farlo. Cartman suggerisce che non dirà nulla se Kyle insulterà la sua stessa madre, cosa che Kyle fa a malincuore per impedire a Cartman di rivelare la verità.

Più tardi, a scuola, per impedire a Cartman di distruggere la pace mondiale, Kyle diventa il servo di Cartman. Si costringe perfino a chiedere a Cartman di scoreggiargli in bocca, cosa che Cartman fa volentieri. Più tardi, nell'ufficio del Sig. Mackey, Kyle afferma che gli piace mangiare le scoregge di Cartman. Mentre lo dice, Cartman entra nell'ufficio per dargli altre scoregge, mentre Mackey li guarda, confuso.

A Gerusalemme, i leader religiosi uniscono i simboli delle loro fedi in uno solo, il simbolo dei Van Halen, inaugurando così dieci anni di Van Halen. A South Park, Stan chiede a Kyle del suo amore per le scoregge di Cartman e, dopo una discussione non convincente sul perché, Stan recluta Kenny per scoprire cosa sta succedendo. Quella notte, Kyle ha un'allucinazione di un grande globo luminoso che gli dice di radersi la testa ed essere tranquillo riguardo a ciò che sta facendo, cosa che Kyle fa.

Il giorno dopo, a scuola, Kyle sta di nuovo mangiando le scoregge di Cartman. Stan e Butters cercano di farlo smettere, ma lui non lo fa, invece dice che sta venendo punito per un bene più grande, creando fastidio negli altri ragazzi. Più tardi, Stan dice a Kyle che può mangiare le scoregge, ma non dovrebbe diventare un "cazzone arrogante".

In Israele, con Cartman pronto a concedere a Kyle altre scoregge, Stan cerca di annunciare che la mucca rossa era uno scherzo. Tuttavia, Kyle lo ferma e Stan racconta una storia di come ha visto la mucca rossa scendere dal cielo. Sfortunatamente, gli Ebrei rivelano che la profezia era che un bambino grasso con un pene piccolo avrebbe fatto sembrare una mucca pel di carota, rendendo il "sacrificio" di Kyle del tutto inutile. Anche se questo è vero, Cartman lo nega e afferma di avere un pene enorme (il che non è vero, come dimostrato in 8x01 "Divertirsi con le armi" e 15x04 "Questione di lunghezza"). Con la pace distrutta, Kyle sembra depresso mentre Cartman gli dà una scoreggia con panna montata e una ciliegia.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.