FANDOM


Darryl Nathan Weathers è un ex operaio edile, ed è apparso per la prima volta nell'episodio 8x07 "Gli immigrati dal futuro", dove era sconvolto ed indignato per aver perso il lavoro a causa della gente venuta dal futuro.

Darryl è presto diventato popolare per la sua frase tipica "Ci rubano il lavoro!", da lui gridata con insistenza in quasi ogni puntata in cui compare.

Biografia Modifica

Darryl ha fatto il suo debutto nell'episodio 8x07 "Gli immigrati dal futuro", in cui ha radunato una manifestazione di molti operai che sono arrabbiati per aver perso il lavoro a causa degli immigrati venuti dal futuro, i quali si offrono volontari per lavorare in cambio di pochissimo denaro. Darryl cerca di aiutare i lavoratori a trovare un modo per sbarazzarsi degli immigrati e, alla fine, ciò si conclude in tutti gli uomini che fanno sesso tra di loro per impedire la nascita di altri esseri umani e, di conseguenza, annullare l'esistenza degli immigrati del futuro. Egli approva l'idea e impone a tutti di farlo. Da allora, ha fatto numerose apparizioni come personaggio di sfondo o personaggio minore, pronunciando solo qualche frase.

Darryl ricopre un ruolo importante nell'episodio 21x01 "Bianchi che ristrutturano case", in cui inizia le proteste anti-Alexa, credendo che gli assistenti digitali stiano portando via il lavoro agli onesti lavoratori. Le proteste in realtà hanno funzionato, e presto Alexa viene sostituita da Darryl e da tutti gli altri manifestanti. Darryl è tuttavia insoddisfatto del lavoro di Alexa, credendolo degradante, e Randy lo rimprovera per essere un ipocrita. Darryl quindi si sfoga ed esprime le sue convinzioni razziste a Randy, rivelando che ha non ha buone intenzioni quando dichiara che "ci rubano il lavoro".

Aspetto Modifica

Darryl ha capelli rossi di media lunghezza, grandi baffi rossi e braccia molto pelose. Indossa una camicia a quadretti verdi, jeans blu e stivali da cowboy marroni. Porta una cintura marrone con una fibbia grigia, sulla quale è scritto "USA".

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.